La città di Laterza in rete

HABITAT
La "Gravina" è un profondo crepaccio scavato nelle rocce calcaree, conosciuto anche come "Grande Canyon", originatosi per l' erosione delle rocce su preesistenti fratture e per l' innalzamento dei continenti.


La Gravina di Laterza è uno tra i più grandi canyons d' Europa. E' l' espressione più imponente di un particolare territorio noto come Gravine dell' Arco Jonico, che si estende da Ginosa a Grottaglie. Decine sono le gravine disposte a ventaglio intorno al golfo di Taranto, ciascuna diversa per dimensione e morfologia.

Intorno e dentro di esse si è sviluppata in millenni di storia una civiltà rupestre che ha lasciato tracce evidenti nella cultura, nella storia, nell' arte e, soprattutto, in una concezione della vita a stretto contatto con la natura. La Gravina di Laterza ha un originale decorso meandriforme che si sviluppa per 12Km di lunghezza e circa 400 metri di larghezza, tra muraglioni di roccia consumati dall' erosione e liscie pareti di calcare biancastro alte anche più di 200 metri, disseminate di innumerevoli cavità e cengie sospese nel vuoto.

Dal punto di vista naturalistico la Gravina è simile ad "un' isola" dove diverse specie vegetali ed animali di grande interesse sono rimaste isolate dall' originario contesto ambientale che, soprattutto per motivi antropici, è mutato radicalmente negli ultimi secoli. Sono così sopravvissuti, grazie all' asprezza dei luoghi, boschi di Quercus trojana presente in Italia solo sulle murge pugliesi e materane.
L' endemica Campanula versicolor, dai bei fiori viola pallido, che fiorisce da giugno ad ottobre e ricopre a chiazze le pareti della Gravina. Sulle pareti meno ripide e sempre verdi per la presenza del Leccio si arrampicano l' Euforbia arborescente, il Cisto, il Terebinto, il Lentisco e il Ginepro. In primavera lungo i sentieri della Gravina è possibile ammirare variopinte fioriture di orchidee.

In convenzione con il Comune di Laterza e la Provincia di Taranto, la LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) gestisce l' Oasi Gravina di Laterza, estesa su una superficie di 800 ettari. L' Oasi è visitabile a piedi seguendo sentieri attrezzati che, partendo dal Centro visite, si sviluppano per alcuni chilometri seguendo il bordo naturale della Gravina (spettacolo mozzafiato...).
Il Centro visite dell' Oasi è dotato di una mostra fotografica, di un originale diorama della Gravina, di un laboratorio didattico e di un' aula per le lezioni e conferenze.

UCCELLI
Inserita tra le aree denominate IBA (Important Bird Areas) da BirdLife International, la Gravina di Laterza custodisce alcune delle specie a più alto rischio di estinzione

Capovaccaio in voloCapovaccaio

dell' Europa meridionale. Ultimo sito di nidificazione in

Puglia del Capovaccaio, sono presenti stabilmente anche il Lanario, il Falco Pellegrino, il Gufo Reale, l' Allocco, il Barbagianni, il Gufo Comune, il Corvo Imperiale, il Gheppio ed il Passero Solitario.

D' inverno le profonde pareti della Gravina amplificano, come farebbe una grande cassa armonica, il fischio acuto ma lamentoso della Poiana e il verso rauco e potente del Corvo Imperiale.

LanarioUpupa

In primavera, tra le note melodiose del PasseroSolitario, sorvolano la Gravina il Biancone e l' Albanella Reale. In estate, quando la temperatura è elevata, mentre il Capovaccaio e i Corvi Reali volano incuranti del caldo, la maggior parte della fauna si sposta verso il fondo della Gravina, dove, all' ombra delle pareti e dei boschi di Leccio, l' afa è più sopportabile. Qui nidificano specie interessanti e in diminuzione come l' Averla Capirossa, l' Upupa e la Monachella, oltre ad alcune più comuni come il Merlo, la Ghiandaia, la Cinciallegra, la Capinera e lo Scricciolo. I campi attorno alla Gravina sono l' ambiente ideale per l' Allodola e il Saltinpalo.

L'Oasi è aperta tutto l' anno dal Giovedì alla Domenica, dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle 18.00

Per informazioni è possibile contattare il responsabile dell'Oasi all'indirizzo vittoriogiacoia@tiscali.it o telefonando al numero 339.3311947
Oasi LIPU Gravina di Laterza
Via Selva San Vito, 74014 Laterza